La cyclette è un ottimo esercizio per dimagrire e per rinforzare il tono muscolare. Oltre che tenere alti glutei e cosce. Ma la pancia? Ebbene fa dimagrire anche quella. Come? L’esercizio in cyclette infatti, ci porta a tenere costantemente gli addominali contratti. In questo modo ridurremo le fastidiosissime maniglie dell’amore. Oltre a fare esercizi addominali efficaci senza quasi accorgercene. Dunque meno grassi, più addominali. Uguale, meno pancia.

La cyclette, un toccasana per l’addome

Parliamo chiaramente, praticare cyclette è esattamente come andare in bicicletta. Molti ricorderanno come l’esercizio più bello e divertente durante l’adolescenza. Le bellissime passeggiate per i campi o per il lungomare sono e resteranno alcuni tra i ricordi indelebili della nostra vita. Ovviamente stiamo parlando  della generazione degli anni ‘80 e ‘90. Cosa importante, per andare correttamente in bici, manteniamo sempre la postura corretta. Deve essere sensibilmente piegata, ma non tanto da poggiare troppo sulla la schiena. Questo per non incorrere in disagi dopo l’allenamento. Inoltre questa posizione ha notevoli vantaggi. Ci aiuta ad allenarci meglio, la corretta posizione è fondamentale per svolgere al meglio l’esercizio. E ci consentirà di dimagrire proprio dove serve. Quindi, chi ha intenzione di calare drasticamente la pancia, ci riuscirà di certo. Infatti piegandoci come quando si sta in bicicletta, non solo tonificheremo braccia, gambe e glutei. Ma ci costringeremo anche ad usare i nostri addominali. Premendo inoltre sui fianchi, anche sulle cosiddette maniglie dell’amore, e sudando in quei punti, riusciremo a calare il grasso addominale. I risultati saranno visibili dopo poche settimane. Naturalmente serve un allenamento costante. E soprattutto mirato. Basterà allenarsi, come detto in precedenza, per almeno 45 minuti 3 volte la settimana. Col tempo poi, si potrà anche intensificare. Dovrà comunque essere un esercizio intenso. Al punto da lasciarci bruciare, durante le prime volte, almeno 300 calorie. Possiamo arrivare a questo primo step anche gradualmente. Col tempo, faticare e sudare sulla cyclette, diverrà sempre più facile.