Allattare al seno dopo il parto, un’esperienza fantastica per qualsiasi donna. Oltre a rafforzare il legame col bambino, rende unico quel senso di appagamento e pace dovuti alla nuova nascita. Sicuramente col parto una donna mette su diversi chili. Quindi, la maggior parte delle neo mamme, cerca di perderli in breve tempo. Dunque… Allattare fa dimagrire? La risposta a questa domanda è solo una, . Sì ma con una certa moderazione. Innanzitutto come consigliano l’organizzazione mondiale della Sanità e l’Unicef, è bene non dare aggiunte. E far si che per i primi mesi di vita, il neonato beva soltanto il latte della mamma. Beneficerà a lui e ovviamente alla genitrice. Inoltre il bambino succhierà dalla mamma il calcio, gli zuccheri e tutte le sostanze che gli occorrono per il suo sostentamento. Ma attenzione. E’ necessario comunque seguire certe regole.

Allattare al seno e dimagrire. Le regole da seguire

Ovviamente non bisogna pensare di perdere immediatamente i chili presi. Quelli se ne andranno. Ma poco alla volta. E soprattutto senza intaccare la salute del bambino. Quindi no a diete drastiche o allenamento sfrenato dopo il parto. E’ necessario che la neo mamma assuma un po’ di tutto. Magari in dosi limitate rispetto alla gravidanza. Ma un po’ di tutto per regalare sempre al bimbo i nutrienti che gli occorrono. E comunque se si allatta con costanza, si potrà arrivare anche a perdere, nei primi periodi, almeno mezzo chilo a settimana. Ma resta fondamentale mangiare bene e non darsi ad allenamenti sfrenati. Certo un po’ di moto, anche dopo il parto, non guasta. Naturalmente se si è troppo sedentari e ci si concede ancora qualche “sgarro” a tavola, di peso non se ne perde. Quindi sì ad un’alimentazione corretta e bilanciata, ad una passeggiata quotidiana e ad allattamento al seno. Se possibile senza aggiunta. Il fisico e il legame materno col bambino sicuramente ne risentiranno… In meglio!